Malpensa, sciopero domani, segue il comunicato di Filt Cgil Lombardia Fit Cisl Lombardia Uil Trasporti Lombardia UGL TA MODALITA’ SCIOPERO 25 FEBBRAIO 2022 DI TUTTI I LAVORATORI DI SEA SPA OPERATIVI: DALLE 00.00 ALLE ORE 23.59CON RISPETTO DELLE FASCE DI GARANZIA (7-10,18-21)AMMINISTRATIVI: INTERA PRESTAZIONE GIORNALIERA• CONTRO LA CESSIONE E LA VENDITA DEL RAMO DI AZIENDA DEI SISTEMI INFORMATICI DI SEA • IN DIFESA DEI 60 LAVORATORI COINVOLTI CHE DOVRANNO CAMBIARE CONTRATTO DILAVORO E PEGGIORERANNO LE LORO CONDIZIONI ECONOMICHE E NORMATIVE• IN DIFESA DELL’OCCUPAZIONE E IL MANTENIMENTO DEL PERIMETRO AZIENDALE EL’UNITA’ AZIENDALE• CONTRO LA PROSPETTATA VENDITA DELLE QUOTE AZIONARIE DI SEA DA PARTE DELCOMUNE DI MILANO E LA SUA TOTALE PRIVATIZZAZIONE• CONTRO L’ESPULSIONE DI TUTTE LE PROFESSIONALITA’ CONSIDERATE ACCESSORIE ADISCAPITO DELLA QUALITA’ DELL’OCCUPAZIONE, DEI VALORI IDENTITARI E DEI DIRITTIDEI LAVORATORI OGGI TOCCA ALL’ICT MA DOMANI POTREBBE TOCCARE ANCHE A TEPER QUESTO ADERIAMO COMPATTI IL 25 DI FEBBRAIOALLO SCIOPERO DI 24 ORE

Si ringrazia per l’accoglimento del nostro appello

http://www.sindacatoeuropeolavoratori.it/?p=5338

 

GROUNDCARE: SCHIUMA (RIVADESTRA), SOLIDARIETA’ A PROTESTA LAVORATORI A FIUMICINO

protestagroundcare

(AGENPARL) Roma, 03 gen – “Il sindaco Marino si era impegnato in prima persona sulla vicenda Groundcare, contro la diminuzione dei posti di lavoro e sulla sicurezza stessa del luogo di lavoro. Per ora solo chiacchiere, come del resto da parte degli esponenti di governo. La situazione è oramai peggiorata e per questo manifestiamo piena solidarietà ai lavoratori che oggi stanno protestando spontaneamente nello scalo di Fiumicino”. Lo dichiara in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, segretario nazionale del movimento Riva Destra.  Sosteniamo – conclude la nota – la posizione del Sindacato Europeo dei Lavoratori, che, per voce del suo segretario generale Giuseppe Criseo, da tempo ha sollecitato incontri e denunciando come i lavoratori vedono e sentono solo che ci saranno aumenti, tagli, precarietà e dovranno accontentarsi, mentre i vertici ingrassano, aprono e chiudono aziende senza controllo e senza rendere conto a nessuno”.

Be Sociable, Share!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

Di admin