Fondo Sostegno per l’affitto: al via dal 15 settembre la presentazione della domanda di contributo.

Fondo Sostegno Affitto

Da lunedì 15 settembre fino al prossimo 31 ottobre, si possono presentare le domande di accesso al contributo presso gli Sportelli Affitto attivati nei Comuni lombardi.

 

CONCRETAMENTE VICINI A FAMIGLIE
“Una misura concreta per aiutare più di 17.000 famiglie che si trovano in difficoltà nel pagamento del canone di affitto. Nonostante le risorse siano sempre meno siamo riusciti a trovare, e mettere a disposizione, 31 milioni di euro”. Fondi destinati agli inquilini che hanno un reddito Isee-fsa fino a 9.500 euro  che potranno ricevere un contrbuto fino a 2000 euro.

 

LA MISURA NEL DETTAGLIO
Questi fondi sono destinati agli inquilini che hanno un reddito Isee-fsa (dunque non imponibile) fino a 9.500 euro che potranno ricevere un contributo fino a 2.000 euro. Un’importante novità rispetto al passato è data dal fatto che possono accedere al finanziamento i titolari di contratti di affitto a canone moderato che hanno maturato il diritto per la mobilità da canone moderato a canone sociale purchè non ne abbiano ancora beneficiato. Si tratta di una risposta concreta a una situazione di emergenza abitativa molto forte, non solo a Milano.

 

LE CONDIZIONI
L’erogazione del contributo potrà avvenire direttamente al proprietario, a patto che dichiari di non aumentare il canone di locazione, di non attivare procedure di rilascio e di rinnovare il contratto in scadenza. In caso di mancata accettazione, il Comune dispone l’erogazione diretta all’inquilino.

 

8 MILIONI AI COMUNI PER LA MOBILITÀ
“Oltre a questa misura – informa l’assessore Bulbarelli – ne abbiamo approvata un’altra che prevede uno stanziamento di altri 8 milioni di euro con i quali vogliamo garantire la mobilità nel settore della locazione, attraverso il reperimento di alloggi da concedere in affitto a canone concordato o attraverso la rinegoziazione dei contratti a canoni inferiori”. La misura è rivolta ai Comuni ad alta tensione abitativa e a fabbisogno abitativo critico, elevato e in aumento. Le Amministrazioni dovranno aderire, appunto entro il 15 settembre e inviare un piano di attività entro il 15 ottobre 2014, che dovrà poi essere validato dalla Regione.

Lo Sportello affitti dei Comuni, rimarrà attivo dal 15 settembre al 31 ottobre 2014 per la presentazione delle domande di contributo.

sito: http://www.casa.regione.lombardia.it/

Allegati

Misure per il sostegno all'affitto 2014 Misure per il sostegno all’affitto 2014 (760 KB) PDF
39 milioni di euro per emergenza affitti 39 MLN € per emergenza affitti (245 KB) PDF

———————————————————————————————————————————–

DOCUMENTI NECESSARI PER CALCOLO DEL CONTRIBUTO AFFITTI 2014

(GRAVE DISAGIO ECONOMICO)

 

€            Fotocopia carta di identità o altro documento in corso di validità del dichiarante

€            Fotocopia Tessere Sanitarie di tutti i componenti del nucleo familiare

€            Certificazione attestante l’invalidità civile (superiore al 66%) rilasciata da idonea Commissione

€            Sentenza di separazione o di divorzio omologata dal Tribunale

€            Contratto d’affitto REGISTRATO con versamento della relativa imposta di rinnovo (mod. F23); portare tutti i contratti d’affitto registrati o in corso di  registrazione validi per il 2014

€            Ricevute di pagamento dell’affitto per 2014

€            Ricevute di  spese  mediche sostenute nel 2013 comprese le rette pagate a case di riposo e spese per l’acquisto di mezzi di deambulazione di familiari compresi nel nucleo familiare

€            Se presentata copia della richiesta del contributo affitti dell’anno precedente

 

PER I CITTADINI EXTRACOMUNITARI: RESIDENZA DA 10 ANNI IN ITALIA OPPURE DA ALMENO 5 ANNI IN LOMBARDIA

 

€            Fotocopia permesso di soggiorno almeno biennale oppure fotocopia carta di soggiorno oppure ricevute del rinnovo di tutti i componenti il nucleo familiare

€            Certificazione rilasciata dal datore di lavoro che attesti di svolgere regolare attività di lavoro subordinato (anche non continuativo) presso di lui

€            Autocertificazione che attesti di essere lavoratore autonomo

 

REDDITI CONSEGUITI NEL 2012 PER OGNICOMPONENTE DEL NUCLEO FAMILIARE

 

€            Mod.730/2014 oppure Mod. UNICO 2014 relativi ai redditi 2013

€            Modelli CUD 2014 relativi ai redditi percepiti nel 2013

€            Assegno di mantenimento percepito dal coniuge separato o divorziato e/o dai figli nel 2013

€            Certificazioni (per es. mod. Obis/M 2013) relative a redditi fiscalmente esenti percepiti nel 2013 (pensioni di guerra, pensioni sociali, assegni sociali, pensioni di invalidità civile, rendite INAIL, borse di studio) ed eventuali sussidi a carattere assistenziale

 

PATRIMONIO MOBILIARE AL 31.12.2013 DI OGNI COMPONENTE IL NUCLEO FAMILIARE

 

€            Estratto conto bancario e /o postale, libretto bancario e/o postale con saldo al 31.12.2013

€            Certificazione della Banca o Posta per il valore nominale di Titoli di Stato al 31.12.2013

€            Certificazione per il valore di Azioni, Titoli assimilati, quote di Fondi d’Investimento al 31.12.2013

€            Importo dei premi versati dalla stipula al 31.12.2013 per le Assicurazioni sulla Vita su cui è esercitabile il diritto di riscatto

€            Nel caso di Imprese Individuali o partecipazioni in società non azionarie occorre presentare il valore del patrimonio netto al 31.12.2013

 

PATRIMONIO IMMOBILIARE AL 31.12.2013 DI OGNI COMPONENENTE IL NUCLEO FAMILIARE

 

€            Visura catastale per immobili e/o terreni di proprietà non indicati nel mod.730/2014 o mod.Unico 2014

€            Valore dei terreni edificabili (valore di mercato x mq.)

€            Per immobili posseduti all’estero i mq.

 

DATI DELL’IMMOBILE IN AFFITTO (SE NON PRESENTI NEL CONTRATTO D’AFFITTO DA CHIEDERE AL PADRONE DI CASA)

 

€            Categoria dell’immobile, foglio, mappale e Subalterno;

€            MQ. di superficie reale dell’alloggio e anno di costruzione anche presunto

 

TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DOVRA’ ESSERE PRESENTATA IN FOTOCOPIA

Di admin